La gestione dell’IVA, un aspetto.

La gestione dell’IVA, un aspetto.

“Se il denaro è la tua speranza per l’indipendenza, non ne avrai mai. La sola vera sicurezza che un uomo può avere a questo mondo è una scorta di conoscenza, esperienza e capacità.”
Henry Ford

C’è un aspetto nella vita delle imprese, sia piccole sia familiari, che ricorre con una frequenza maggiore rispetto alle altre.
Esso attiene ad una particolare tendenza: la scarsità di liquidità in definiti e ben individuati periodi dell’anno afferenti al pagamento dell’IVA trimestrale.
C’è altresì da dire che nonostante cada in concomitanza con i contributi INPS, essa è incerta nel quantum.

Detto ciò, le problematiche alla quale sono chiamato a rispondere con ricorrente frequenza sono le seguenti:
– Come gestire questa nota “incognita” e renderla “tempestivamente” nota?
– Come gestirla finanziariamente?
– Quando utilizzarla per autofinanziarsi? e soprattutto
– Per quali spese è più opportuna utilizzarla se per pagare costi ovvero acquistare merci/materie prime?

Posto l’inesistenza di una risposta valida in assoluto per tutti i singoli casi, mi sono cimentato ed in ordine rispondo con una nota premessa: l’iva non è denaro dell’imprenditore il quale lo detiene temporaneamente per conto dello Stato ed obbligato a versarlo, a seconda dell’impresa, mensilmente o trimestralmente.

– Per la tempestiva quantificazione dell’ importo da versare ho predisposto un software, che regalo a privata richiesta, per il calcolo dell’iva che consente di misurare giorno per giorno la propria esposizione iva verso lo Stato.
– In merito alla gestione finanziaria, le soluzioni possono essere diverse:
Accantonarla indistintamente, sottraendola al ciclo finanziario della vita aziendale, ovvero
Immetterla, temporaneamente, nel ciclo produttivo.
– Escludendo per opportunità la prima ipotesi, l’iva può essere utilizzata per autofinanziarsi a tasso zero e la somma lda utilizzare, in via prudenziale , può essere quella maturata nei primi due mesi del trimestre di riferimento in modo da recuperarla temporalmente nei due mesi successivi.
– Anche quest’ultimo punto offre diverse soluzioni, anche se l’opportunità può essere determinata da vari fattori quali la rotazione di magazzino, l’opportunità commerciale e la velocità di recupero. Un approfondimento personalizzato caso per caso si impone gioco forza.

Mi preme evidenziare che il dilemma se utilizzare o meno parte dell’iva per pagare costi o comprare merce è, esso stesso, un primo segnale di difficoltà classificabile come temporanea sofferenza finanziaria. Se a questo si aggiungono, a vario titolo, sofferenze bancarie, difficoltà ad onorare i propri impegni, etc. etc. l’aggettivo temporaneo può essere sostituito, a ben donde, con conclamata.

L’imprenditore ovvero il management attento è chiamato ad individuare le ragioni che hanno generato questa situazione di crisi per porre in essere azioni di rimedio finalizzate alla loro risoluzione, i cui effetti si riverbereranno sulla liquidità a breve termine dell’azienda.

#waltertroisi

Ti potrebbe interessare:

Il ruolo e l’importanza della #gestionedellaliquidità
Pianificazione strategica e Controllo di gestione
Food & Beverage Cost Control
Pianificazione finanziaria
Come investire la propria liquidazione
Come resistere ad una temporanea crisi finanziaria

Se hai voglia di leggere altro,  ci sarà sicuramente qualcosa di interessante per te nell’indice.

Walter Troisi

Ritengo di essere una persona ordinariamente stravagante, sinceramente disponibile, buon ascoltatore, dispensatore di buoni consigli ma anche, e soprattutto, di … sorrisi, diplomatico quanto basta. Già lavoratore, ho intrapreso la carriera universitaria e proseguito sul doppio binario fino al conseguimento del Titolo Accademico. Laureato in Scienze Politiche indirizzo internazionale, ho discusso la tesi sulla “Liceità giuridica della detenzione delle armi nucleari”. Sono un eclettico professionista, le competenze acquisite spaziano dall’ambito assicurativo, sono stato Agente Generale per 10 anni, a quello finanziario, sono stato Promotore Finanziario per altrettanto tempo, fino ad approdare otto anni fa al settore fiscale. Sono altresì appassionato del contenzioso tributario. Mi piacciono i viaggi, le città piene di storia, di arte e di cultura, la cucina tipica e tradizionale ed ovviamente l’ottima musica.

You must be logged in to post a comment